VINAIGRETTE: CLASSICA E AL POMODORO

salse

La vinaigrette non è solo un condimento per insalate, è una vera e propria salsa che, se preparata correttamente, rimane bella densa ed è perfetta per essere servita come dip, ovvero per intingervi un sacco di cose buone, prima fra tutte dei bastoncini di verdura. Eh sì, io adoro il pinzimonio e, anche se mio cognato Matteo non è d’accordo, lo trovo perfetto anche come aperitivo per gli ospiti! Però servirlo proprio solo così, semplice semplice, con un filo d’olio e via, non è che faccia proprio bella figura, in effetti. E allora cosa fare? Semplice: la vinaigrette!

La ricetta perfetta l’ho trovata su Il grande libro dei cuochi. Tecniche e ricette nella scuola di cucina dei più grandi chef del mondo, presentato da Gualtiero Marchesi e edito da Rizzoli nel 2008. E’ un tomo di più di 600 pagine che bisognerebbe sapere a memoria dalla prima all’ultima riga!

 

Ingredienti per 150 ml :

 

  • 65 ml di olio d’oliva
  • 65 ml di olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di senape di Digione (o, meglio, di Dijon)
  • 2 cucchiai di aceto di vino bianco di buona qualità (o di Champagne)
  • sale
  • pepe

 

Per la vinaigrette al pomodoro aggiungere :

 

  • 120 g di pomodorini ciliegini ben maturi
  • un pizzico di zucchero semolato
  • 1 spicchio d’aglio schiacciato (io non lo metto!)

 

Preparazione :

 

  • mescolare in una ciotola la senape e l’aceto con un pizzico di sale e una macinata di pepe
  • con una frusta incorporare gli oli, poco per volta, versandoli a filo

 

Tutto qui? Sì, tutto qui. Come per magia la salsa diventa densa e cremosa. Può anche essere preparata in anticipo, sarà sufficiente mescolare di nuovo prima di servire. L’unica cosa importante è rispettare le dosi e versare l’olio poco per volta, altrimenti la salsa si rassoderà inizialmente, per poi tornare liquida!

 

Vinaigrette al pomodoro:

  • a questo punto è sufficiente frullare la vinaigrette classica con i pomodorini e lo zucchero (e l’aglio, se lo mettete), per ottenere la variante al pomodoro. Se dovesse risultare troppo densa basta aggiungere un goccio d’acqua calda.

 

Io preferisco la versione classica, ma mi piace presentarle insieme per dare la possibilità di scelta. Preparo la dose da 150 ml, poi la divido e la metà (un po’ scarsa) la frullo con metà dose di pomodorini e zucchero.

 

 

Condividi la ricetta su : 

Condividi la ricetta:

Tags