Persian love cake

ECCOMIIIIIII! Questo mese anche io partecipo al mitico Re-Cake 2.0! Un primo approccio davvero felice, perché questa torta mi è piaciuta tantissimo! In famiglia non siamo molto amanti delle spezie, ma tutti abbiamo concordato sul fatto che la torta ha un sapore unico! Assolutamente da ripetere! Considerando che non prevede l’utilizzo né di burro né di olio … beh, cosa aspettate? Io ho utilizzato una tortiera da 20 cm di diametro,  adattando le proporzioni originali al mio stampo (le ho ridotte di 1/3). Qui di seguito la locandina con le dosi per una torta da 24 cm, subito dopo la mia versione.

 

recake14

persian-love-cake-zafferano

 

 

Ingredienti per una torta da 20 cm di diametro :

 

  • 4 uova
  • 165 g di yogurt bianco intero
  • 140 g di zucchero di canna (per me 120, ma la prossima volta ridurrò ulteriormente a 100 g, sull’onda del recente tentativo di limitare gli zuccheri!)
  • 100 g di farina di mandorle
  • 100 g di semolino
  • 40 g di pistacchi sgusciati
  • 65 g di latte di mandorla (se non lo avete potete sostituirlo con qualsiasi altro tipo di latte, anche se quello di mandorla rende la torta ancora più profumata)
  • 4 bacche di cardamomo
  • una presa di zafferano in pistilli
  • 1 cucchiaino scarso di lievito
  • la buccia di 1 limone
  • 1 cucchiaio di acqua di rose

 

persian-love-cake-ingredienti

 

Per lo sciroppo (anche se noi la preferiamo senza) :

 

  • 80 ml d’acqua
  • 80 g di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di acqua di rose
  • il succo e la scorza di 1/2 limone o 1 limone piccolo

 

Per il procedimento vi rimando alla locandina di inizio post con le indicazioni delle organizzatrici, aggiungo solo un paio di accorgimenti :

 

  • per lo stampo da 20 cm sono sufficienti 30-35′ di cottura, sempre a 180°
  • per evitare le antiestetiche pieghe della carta forno sui bordi vi suggerisco di spennellare la tortiera con del burro leggermente fuso e farvi aderire la carta forno ritagliata su misura (due strisce per il bordo, un cerchio per il fondo o, se usate uno stampo a cerniera, un quadrato su cui andrete ad incastrare l’anello)
  • io l’acqua di rose l’ho preparata con il metodo della condensa, ma me ne è venuta davvero pochissima, giusto la dose per la torta. Forse ho usato una pentola sbagliata (in ghisa smaltata), fatto sta che la prossima volta la comprerò o la ometterò. Senza acqua di rose la torta perderebbe forse un po’ di romantico fascino orientale, ma non ho dubbi sul fatto che resterebbe comunque ottima e profumata!
  • a differenza di quanto mi aspettavo il profumo più presente è quello dello zafferano, che si abbina perfettamente a tutti gli altri ingredienti e che, a mio avviso, la rende una torta davvero unica

 

  • per riassumere: fantastica, da fare e rifare, anche modificando le spezie e i profumi a proprio gusto!

 

persian-love-cake-fetta

 

 

 

Condividi la ricetta: