PATATE AL FORNO

Finalmente ho trovato il segreto per cucinare delle patate al forno morbide ma non spappolate, dorate fuori e ben cotte dentro! Avevo provato a sbollentarle nell’acqua, poi in acqua e aceto (la maggior parte dei siti indica questo come metodo migliore), ma non ero comunque soddisfatta. Poi ho capito! Il mio problema era il contenitore! Le facevo in una teglia d’acciaio e tendevano ad attaccarsi, girandole la crosticina rimaneva appiccicata al fondo e si spappolavano … oppure, se le toglievo prima dal forno, rimanevano un po’ crude!

Adesso uso una pentola fantastica della Berndes che mi ha regalato mia suocera (eh sì, ogni tanto anche le suocere ne azzeccano una!), comunque è sufficiente un contenitore antiaderente: una pentola che sia adatta anche alla cottura in forno o  una teglia dal bordo alto.

 

Ingredienti per 4 persone :

 

  • 5 – 6 patate grandi (di patate arrosto se ne mangerebbe una quintalata, ma tenete presente che non devono sovrapporsi troppo!)
  • 1 spicchio d’aglio in camicia
  • olio extravergine d’oliva
  • rosmarino
  • sale

 

Preparazione :

 

  • sbucciare le patate e tagliarle a metà per il largo, poi a spicchi
  • metterle in una ciotola piena d’acqua per circa 1 ora, cambiando l’acqua 2 o 3 volte, in modo da eliminare parte dell’amido
  • scolarle e lasciarle su uno strofinaccio pulito almeno 15 minuti in modo che si asciughino un po’ (oppure asciugarle)
  • mettere nella pentola un velo d’olio (senza esagerare … sono buone un po’ untarelle, ma ne basta poco!), un  rametto di rosmarino tagliato a metà, uno spicchio d’aglio ed infine le patate
  • girare in modo da distribuire l’olio e NON salare
  • infornare a 180° per circa 40′, girando le patate a metà cottura (verificare la cottura perché varia molto in base al tipo di patate e al tipo di forno)
  • salare a fine cottura, girare bene e passare in forno ancora un paio di minuti
  • eliminare l’aglio in modo che, mimetizzandosi tra le patate, non si infili nella bocca di qualcuno! (A noi è successo! Da allora Beatrice mi chiede sempre, con occhi terrorizzati: “mamma, c’è l’aglio?!? ” … perchè sì, è capitato a lei!)

 

PS : c’è chi sostiene che le patate vadano messe quando l’olio è bollente … forse è più corretto, ma io mi trovo meglio a freddo così evito un passaggio e non rischio di bruciarmi con gli schizzi, e siccome vengono buonissime non mi pongo troppo il problema!

 

 

Condividi la ricetta:

Tags