ARITORTA 2: prugne, mandorle e purea di carote

Anche il secondo esperimento è riuscito alla grandissima! Ancora niente latte e niente burro, e questa volta niente farina 00! Ho diminuito ulteriormente lo zucchero, sostituendolo in parte con il miele. Non è certo una torta “dolce” , ma qui è piaciuta a tutti! Inutile dire che la torta di prugne si fa solo in estate … la temperatura è alta, l’umidità della torta anche, e sotto la cupola dell’alzatina per torte si crea un fantastico microclima in cui le muffe farebbero salti di gioia … dopo il primo assaggio conservatela in frigorifero e passatela in forno tiepido per pochi minuti prima di mangiarla nuovamente. Oppure dividetela e conservatene una porzione in freezer per i momenti di carestia!

 

Ingredienti per uno stampo di diametro 22 o 24 cm  :

 

  • 3 uova
  • 120 g di zucchero semolato
  • 20 g di miele delicato (io ho usato un millefiori)
  • 90 g d’acqua
  • 70 g di olio extravergine d’oliva delicato (sì, io lo uso anche per le torte, ma se preferite potete usare olio d’oliva o di semi)
  • 150 g di farina semi-integrale
  • 150 g di farina di mandorle
  • 1 bustina di lievito
  • 4 carote
  • 10 prugne gialle piccole non troppo mature
  • lamelle di mandorle

 

torta-mandorle-prugne-purea-carote

 

Preparazione :

 

  • preparare la purea di carote : cuocere a vapore 3-4 carote per una ventina di minuti (devono essere ben cotte) e frullarle col frullatore a immersione aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura, quindi pesare 100 g di purea *
  • spelare le prugne e tagliarle a fette di circa 2 mm di spessore (in modo che siano leggere e non tendano ad affondare nell’impasto)
  • sbattere le uova con lo zucchero (io uso la planetaria)
  • aggiungere il miele leggermente scaldato per renderlo più fluido (nel forno a microonde è l’ideale e bastano pochi secondi)
  • unire l’olio e l’acqua e mescolare bene con la frusta
  • in una ciotola mischiare le farine con il lievito (setacciare la farina semintegrale e il lievito per rendere le polveri più “leggere” , poi aggiungere anche la crusca che rimane nel colino)
  • aggiungere ai liquidi le farine, poco per volta
  • quando tutti gli ingredienti sono ben amalgamati unire anche le prugne
  • versare l’impasto in uno stampo a cerniera foderato di carta forno **
  • livellare e cospargere con le lamelle di mandorle
  • infornare a 180 °
  • per uno stampo da 24 cm lasciare cuocere per circa 40′ (fare la prova stecchino), se lo stampo è da 22 cm ci vorranno circa 50-55′ (vi consiglio di coprire con un foglio di stagnola dopo 35-40′ per evitare che la torta si scurisca troppo e le mandorle si brucino), ma si deve controllare bene con lo stecchino perché la torta viene piuttosto spessa e per cuocere il cuore ci vuole un po’
  • lasciare intiepidire, poi sformare la torta e farla raffreddare del tutto su una gratella
  • decorare con poco zucchero a velo

 

merenda-torta-prugne-mandorle-carote

 

* io ne faccio un po’ di più e quella che avanza la uso per fare dei flan o, semplicemente condita con olio e sale, come crema in accompagnamento ad un finger-food o un secondo

 

** se siete alle prime armi e volete saperne di più sui metodi che utilizzo per foderare una tortiera leggete al fondo di questo post

 

 

Condividi la ricetta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *